EN
Carbon neutrality
Cos’è la neutralità carbonica?

La neutralità carbonica consiste nell’equilibrio tra le emissioni e l’assorbimento di anidride carbonica. Carbon neutral non significa quindi carbon-free, perché – a oggi – non ci sono processi produttivi capaci di non generare CO₂. Un progetto è carbon neutral quando le emissioni di anidride carbonica prodotte vengono completamente compensate attraverso strategie di mitigazione, adattamento e sottrazione: la differenza tra la CO₂ prodotta e quella compensata è quindi pari a zero.

Minimizzare l’impatto negativo sulle risorse naturali, attuando un’evoluzione progressiva verso un’economia a zero emissioni di gas climalteranti è una delle cinque finalità di beneficio comune inserite nello Statuto di Redo. Un obiettivo che viene perseguito sia nell’operatività della società, sia nella realizzazione e gestione di progetti immobiliari, in linea con gli obiettivi europei, nazionali e regionali di neutralità climatica e di transizione ecologica. La neutralità climatica è infatti un concetto che colloca la neutralità carbonica in un contesto internazionale.

Cos’è la neutralità climatica?
Il concetto di neutralità climatica si riferisce nello specifico a obiettivi di riduzione delle emissioni di CO₂ fissati a livello internazionale perchè riguarda l’attuazione di strategie che permettano, in linea con gli accordi di Parigi, di ridurre le emissioni UE di almeno il 55% entro il 2030 per arrivare a essere il primo continente a impatto climatico zero – neutralità climatica, appunto – entro il 2050. L’ambizione di Redo è quella di far si che le proprie attività contribuiscano a mantenere l’aumento della temperatura media mondiale ben al di sotto di 2 °C rispetto ai livelli preindustriali.
L’approccio di Redo
Tutti i progetti immobiliari di Redo, quindi, sono sviluppati in linea con gli obiettivi di neutralità climatica, perseguita attraverso la riduzione dei consumi, l’efficientamento energetico, l’impiego di tecnologie all’avanguardia e l’utilizzo di fonti rinnovabili. In tre progetti in particolare, Redo va oltre questo impegno, puntando alla neutralità carbonica. Si tratta dei tre progetti vincitori dei bandi Reinventing Cities: L’Innesto e Green Between, destinati a diventare le prime aree carbon neutral di Milano, e Aria, che con i suoi 150mila mq di superficie sarà la prima area carbon negative di Milano. L’obiettivo Zero Carbon viene perseguito impiegando diversi strumenti e strategie, che prevedono piani di efficientamento energetico, l’impiego di sistemi costruttivi innovativi, il potenziamento di sistemi di mobilità sostenibile, l’attivazione di comunità energetiche rinnovabili (comunità che consumano, producono e forniscono ad altri l’energia autoprodotta con metodi rinnovabili) e servizi come il Circular Housing e interventi di riforestazione urbana. Per quanto riguarda il progetto Aria, di riqualificazione dell’area dell’Ex Macello di Milano, non solo verrà prodotto in sito l’intero fabbisogno energetico da fonti rinnovabili (zero carbon), ma l’area cederà un surplus di energia pulita ad altre zone della città, abbassando così la CO₂ prodotta a Milano (carbon negative).
Promuovere l’impegno per l’ambiente
Per promuovere l’adesione a un modello di sviluppo a zero emissioni, incentivare anche da parte di altre aziende l’integrazione della finalità di neutralità climatica nello loro Statuto e stimolare un impegno concreto di più realtà possibili verso un’economia a zero emissioni, Redo ha aderito, assieme a oltre 50 imprese italiane, a CO2alizione, sottolineando ancora una volta il proprio impegno verso un approccio attento all’ambiente e alla comunità. Per rendere sempre più concreto l’impegno delle aziende verso la decarbonizzazione e garantire un controllo puntuale di consumi ed emissioni, sono nate certificazioni di livello internazionale, come il riconoscimento di B Corp rilasciato da B Lab, ente non profit con sede negli Stati Uniti. Con l’obiettivo di promuovere e diffondere l’utilizzo di tale certificazione, Redo agisce in partnership con diverse società e organizzazioni virtuose, tra queste: Climate-KIC, C40 Cities, CO2alizione, Deepki e Planet Smart City.